Mai rivali

due nazionali   NAZIONALI     Oscar-3

La cronaca recente ci consegna lotte e conquiste ottenute attraverso peripezie di per se assurde ad opera dei disagiati ammaliati dal benessere ed in fuga dal terrore. La guerra ci inonda di disgrazie, epurazioni e annientamenti del nemico. Lo sport agonistico si basa sulla supremazia, prevalere sull’avversario per dar lustro ai capitali investiti in campioni superdotati in muscoli e tecnica, meno in cervello. Una normale gara di mtb per juniori ci fornisce emozioni immense, ci consegna in un pacco sorpresa la sintonia d’intenti di due giovani promesse. Essere davanti e vincere la gara perché quel giorno eri il migliore, il più forte ed abile di tutti. Se alle spalle del primo vi è un corridore che indossa la stessa casacca è ancor più gioioso e stupefacente. Cosi è! A Nalles, nel Tirolo, Oscar “Oski” Vairetti precede di 20” l’amico e compagno di colori Filippo “Fil” Colombo. Ordine d’arrivo da colpo apoplettico! Due ragazzi in gara che terminano nei primi due posti! Solitamente è Fil a vincere e Oshi a terminare la gara fuori dal podio oppure lontano per ….. difetto meccanico, foratura, caduta, e, e …… oppure nemmeno da poter concludere la gara. Il motore di Oshi c’era sempre, c’è oggi e ci sarà domani, è dotato per natura della propensione alla resistenza. Nel VC Monte Tamaro – BMC sia Fil, Oski, crescono e maturano, hanno tempo, hanno diritto agli errori; ma non ci si sofferma sulla sfortuna! Quella no. La nozione è: “se spacchi il cambio è perché non sai utilizzarlo bene, se fori è perché sei passato la dove non dovevi e se cadi …..” Insomma la jella esiste ma la si lascia agli altri, al VC Monte Tamaro si è semplicemente abili e scaltri. Nel recente passato Oshi ne ha viste tante e di tutti i colori, pur non credendo alla jella non otteneva i risultati che era lecito aspettarsi, troppe volte con lo sguardo abbassato, morale a terra ed il cuore nel fango. Ma a Nalles tutta altra musica. Vince! Primo. Giubila. Dopo 20“ giunge Fil, dopo la linea d’arrivo lascia cadere la sua BMC e abbraccia il compagno di società. Un gesto spontaneo e forse liberatorio, finalmente!

abbraccio FIL a OSCAR

“Non poteva esserci giornata migliore, perfetta” dice Fil. Le differenze fra i due si avvicinano, si riconoscono l’un l’altra. Da qui nasce il termine amicizia. Da qui si può spiegare la parte energizzante della gelosia, dell’invidia, ovvero saperne trarre il proprio vantaggio. L’amico che ti sprona, che ti stimola a far meglio. L’amicizia che ti porta in alto. Solo per i terzi siete avversari, voi; Mai rivali.

Oscar Vairetti vince a Nalles (BZ)
Oscar Vairetti vince a Nalles (BZ)

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “Mai rivali

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: