Tartufo bianco di Alba

Alba – Bianco, profumato, costoso e indimenticabile. Cosa ci spinge a provare un menù a base di “Tuber magnatum”? Forse il poter poi raccontare l’esperienza e scriverne qualche riga. Forse anche avere il coraggio di vivere istanti piacevoli e dedicati ad alimenti accuratamente preparati per ingolosirci. Tant’è! La nostra visita ad Alba, seppur di un sol giorno, ci ha colmati la curiosità e anche la pancia.

img_3444 img_3445

Al Ristorante Savona si apprezza l’atmosfera e la professionalità con la quale ci dedica al cliente, il tartufo bianco maturato nei pressi di pioppi delle Langhe fa bella scena e ci accompagna per tutti i vari piatti del menù che abbiamo scelto. Ma acquisiamo anche informazioni, ad esempio, siccome è un fungo potrebbe esserci il sospetto che ve ne siano anche di velenosi, cosi non è! Ma poche specie sono commestibili e quello dell’albese rende sublime l’uovo all’occhio di bue img_3450

img_3449 img_3450

e anche i taglierini preparati come si raccomanda da queste parti ovvero con i 30 tuorli d’uovo per ogni chilo di farina. È afrodisiaco? Napoleone Bonaparte affermava di si con garanzia di risultato. Odore insopportabile? Per Isabel Allende l’odore ricorda l’aglio e il sudore che ristagna nei vagoni della metropolitana di New York. È buono? Come detto, per  è noi sublime.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: